Ruvo di Puglia

Ci troviamo a Ruvo di Puglia, in provincia di Bari, nell’entroterra pugliese circondati da oliveti e vigneti.Il nostro paese ha sempre avuto dei forti legami con la viticoltura e la produzione dei vini. Basti pensare, che i primi reperti archeologici testimoniano come Ruvo di Puglia sia stato un attivo e florido centro, tra il IV e il III sec. a.C. A quell’epoca risalgono anche le testimonianze degli scambi commerciali con la Magna Grecia, l’Etruria e la Grecia.

E’ molto probabile che le prime viti e le prime esperienze sulla vinificazione arrivarono in quel periodo.Sotto l’impero romano fu prima stazione militare e poi municipium, e alla caduta dell’impero romano fu dominata da bizantini, saraceni e normanni. Negli anni successivi, dopo la dominazione di aragonesi e francesi, Ruvo fu governata dai conti Carafa e ottenne la libertà nel 1806. Ma Ruvo di Puglia non è solo storia, ma anche arte, rappresentata dalla maestosa Cattedrale, il Museo Nazionale Jatta, la pinacoteca comunale e il Castel del Monte in territorio di Andria.